Archivio per la categoria ‘Mobile’

Sviluppare App utilizzando il Titanium Studio

In questo articolo vedremo come installare ed utilizzare l’IDE Titanium Studio che viene fornito da Appcelerator per poter sviluppare agevolmente con l’SDK Titanium Mobile. Titanium Studio è basato su Eclipse o meglio sulla sua reincarnazione sviluppata da Aptana che è stata recentemente acquisita dalla stessa Appcelerator.
Proprio grazie al fatto che Titanium Studio è basato su Eclipse, esso può essere scaricato o nella versione standalone, cioè con Eclipse già configurato per poter funzionare col Mobile SDK, oppure può essere scaricato il solo plugin ed importato nella nostra installazione di Eclipse.

Appcelerator Titanium: sviluppare app per Android e iPhone – Quinta Parte

In questo articolo vedremo come poter utilizzare un web service attraverso il protocollo SOAP. Per poter fare delle prove utilizzeremo un Web Service messo a disposizione da W3schools (che non è in alcun modo legata al W3C) che converte il valore dei gradi Celsius in Farenheit (e viceversa i metodi esposti sono due). Un ulteriore sito che offre la possibilità di poter provare dei Web Service è http://www.webservicex.net/ws/default.aspx , su cui tra l’altro, è basato l’esempio presente nell’applicazione Kitchen Sink fornita Appcelerator stessa (scaricabile dal sito http://github.com/appcelerator/KitchenSink).

Appcelerator Titanium: sviluppare app per Android e iPhone – Quarta Parte

In questo articolo vedremo i servizi offerti dalle API Titanium.Network per poter inviare richieste ad un server HTTP o HTTPS, utilizzando l’oggetto XMLHttpRequest. Le API inoltre includono la Classe TCPSocket con la quale creare un socket in ascolto sul device oppure di contattare un server remoto e le classi BonjourService e BonjourBrowser per poter interagire con il servizio Bonjour di Apple (ovviamente solo per iPhone).

8fe7ec1d0b644338911767839d00e506

Appcelerator Titanium: aggiornare l’SDK

Il framework Titanium è in costante evoluzione (fortunatamente!) e miglioramento, ma alcune funzionalità per la piattaforma Android sono ancora mancanti o non pienamente complete come quelle per la controparte Apple iPhone. Ad esempio la gestione dei contatti è al momento attuale (SDK 1.4.0) totalmente assente per la piattaforma di Google. E’ possibile però provare le versione di pre-build ancora non rilasciate ufficialemente andando al sito:

http://builds.appcelerator.com.s3.amazonaws.com/index.html

a questo indirizzo è possibile visionare a che punto sono le release e perchè no scaricarle e provarle sul proprio ambiente.

Appcelerator Titanium: sviluppare app per Android e iPhone – Terza Parte

In questa terza parte del nostro studio del framework Titanium vedremo come interagire con il database SQLite integrato in esso.

Appcelerator Titanium: sviluppare app per Android e iPhone – Seconda Parte

Continuiamo il nostro tutorial sul framework Titanium andando a fare dei semplici esempi di utilizzo delle API che mette a disposizione.

Appcelerator Titanium: sviluppare app per Android e iPhone – Prima Parte

Il framework Titanium permette di sviluppare applicazioni native per Iphone ed Android utilizzando come linguaggio di sviluppo HTML, Javascript e CSS. Per poter sviluppare per i due ambienti e necessario come prerequisito aver installato il relativo SDK, di conseguenza lo sviluppo per Iphone è limitato alla sola piattaforma Mac in quanto non è ancora stato sviluppato un SDK ufficiale per la piattaforma Windows o Linux ( esistono per il momento solo delle soluzioni non ufficiali, una delle più interessanti è DragonFire SDK che permette di sviluppare in ambiente Windows utilizzando C/C++).

Installare e configurare l’Android SDK

Per poter sviluppare applicazioni per la piattaforma Android il primo passo è scaricare ed installare l’SDK (Software Development Kit); per farlo bisogna andare al seguente indirizzo:

http://developer.android.com/sdk/index.html
e scegliere tra le tre piattaforme presenti (Windows, Apple e Linux), per la piattaforma Windows è disponibile sia un pacchetto .zip che un installer .exe. Prerequisito per poter installare l’SDK è avere una JDK (Java Development Kit) installata sul proprio sistema.

elettronica